Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

FOTO evento conclusivo

 

Con la partita di calcio tra AfroTarasUnited e Taranto F.C. 1927 si è concluso - a ridosso delle festività natalizie – il Progetto “targato” CONI denominato “Stringiamoci la mano”, giunto alla 2^ edizione. Teatro dell'appuntamento è stato il Centro Sportivo Vivere Solidale 2000 di Taranto,nel quartiere Paolo VI.

 

L'AfroTarasUnited è una rappresentativa costituita da giovani atleti africani, ospiti di strutture di accoglienza del capoluogo e della provincia, che al termine di una partecipata selezione, per tre mesi si sono allenati in vista dell'evento conclusivo, disputando anche numerosi incontri amichevoli con formazioni locali.


Bilancio ampiamente positivo per il Progetto organizzato dal CONI di Taranto, il cui obiettivo è stato quello di favorire l'inclusione sociale, attraverso lo sport, dei giovani immigrati che sin dall’inizio hanno mostrato un grande entusiasmo sia negli allenamenti che nei test infrasettimanali, svoltisi sempre presso il Centro Sportivo Vivere Solidale 2000. 


Il progetto è stato approvato e finanziato dal CONI Nazionale e fortemente voluto dal CONI Puglia.
Da segnalate la fattiva collaborazione della FIGC-LND Delegazione Provinciale di Taranto (che ha messo a disposizione la terna arbitrale dell’AIA), della UISP Taranto e della società del Taranto F.C. 1927 .
Al termine della partita, seguita anche dai rappresentanti di diverse associazioni locali impegnate nel settore dell'immigrazione, si è svolta la cerimonia di premiazione alla presenza dei vertici del CONI ionico.