Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Nei giorni scorsi le Commissioni delle 6 province pugliesi si sono riunite per valutare gli elaborati degli Istituti partecipanti e scegliere il migliore

 

Campioni Fair Play

Il Fair Play è il tema che ha contraddistinto gli elaborati degli Istituti Scolastici che hanno preso parte al concorso del percorso valoriale legato al Progetto “Sport di Classe”. A conclusione dell’anno Anno Scolastico 2016/17, una commissione si è riunita in ogni provincia pugliese, per valutare i lavori creati dagli alunni degli Istituti partecipanti e scegliere quello che era più attinente al tema e meglio aveva espresso i valori della lealtà e della correttezza.

 

Il percorso valoriale è stata un’occasione per stimolare la riflessione dei ragazzi durante l’anno e veicolari i valori educativi dello sport, tra i quali i corretti stili di vita, l’inclusione, l’integrazione e – appunto – il fair play.

Bari, l’Organismo Provinciale composto da Marino Pellico (Miur), Raffaele Sannicandro (delegato Coni Bari), Vito Sasanelli (Referente Cip), Anna Sirressi e Cecilia Colonna (Referenti Territoriale provinciale) ha visionato 79 elaborati caricati dai tutor della provincia di Bari ed ha scelto quello della Scuola “S.M. Pascoli” – 1 C.D. di Noci (cod. mecc. Plesso BAIC838006). La decisione, che ha tenuto conto dei criteri della Creatività, Pertinenza al tema, Originalità, Grafica e Adeguatezza in funzione dell’età, è ricaduta sull’elaborato della scuola di Noci perché «rielabora il decalogo delle regole per diventare campioni di Fair play in maniere originale e creativa, toccando diversi aspetti tra cui Fratellanza sportiva, amicizia, lealtà, rispetto per se stessi, non violenza e gioco per divertimento».

 

Barletta, l’Organismo Provinciale composto da Marino Pellico (Miur), Antonio Rutigliano (delegato Coni Bat), Vito Sasanelli (Referente Cip), Anna Sirressi e Cecilia Colonna (Referenti Territoriali provinciali) ha visionato 26 elaborati ed ha scelto quello della Scuola Mazzini 1° C.D. di Canosa (cod. mecc. Plesso BAEE85101P) perchè «descrive una partita di calcio organizzata alla fine dell’anno dalla maestra. In classe è presente un bimbo diversamente abile, seduto sulla sedia a rotelle e per non escluderlo, i bimbi decidono di giocare seduti su una sedia rendendo felice Luca. Per loro essere campioni significa aiutare chi è in difficoltà (Fratellanza Sportiva)”.

 

Brindisi, la Commissione composta da Oronzo Pennetta (delegato provinciale Coni Brindisi), Massimo Monticelli (Referente Ufficio Scolastico Provinciale), Maria Consilia Lacorte (dipendente Coni Point) e Vito Attorre (referente territoriale Progetto e delegato provinciale CIP) ha visionato tutti gli elaborati pervenuti e, tenendo conto dei criteri della pertinenza al tema, originalità e creatività, ha scelto all’unanimità l’Istituto Comprensivo “Camillo-Monaco” di Oria.

 

Foggia la commissione giudicatrice provinciale composta da Domenico Di Molfetta (delegato provinciale Coni Foggia), Francesca Rondinone (vice presidente Coni Puglia e delegato provinciale CIP Foggia) e Nicola Mancini (coordinatore tecnico Coni Foggia), ha visionato 50 elaborati provenienti dalle scuole partecipanti al progetto e ha scelto all’unanimità quello della Classe 2 sez. D dell’Istituto Comprensivo Statale “Carducci” di Cerignola (Codice FGIC87300T; Codice plesso: FGEE87301X) perché «l’elaborato nella sua semplicità e originalità ha dimostrato che la pratica sportiva in generale attraverso il rispetto dei principi del “gioco corretto” e l’applicazione delle regole fondamentali possono divenire strumento educativo utile nella società moderna per combattere le ingiustizie e le disuguaglianze; l’elaborato si è distinto in quanto l’alunno ha idealizzato una città fantastica in cui regnano il rispetto delle regole, degli altri e di se stessi, la valorizzazione delle diversità e delle unicità, la fratellanza, l’uguaglianza, lealtà ed integrazione in cui tutti vorrebbero vivere».

 

Lecce la commissione composta da Fabio Massari (referente territoriale e formatore del Progetto), Paolo Capano (coordinatore tecnico provinciale CONI Lecce), Serena Fasiello (dipendente Coni Point Lecce), Roberto Cazzato (componente staff tecnico provinciale), dopo aver visionato i 67 elaborati pervenuti ha premiato quello intitolato “Sportivamente Fair Play” realizzato dalla Scuola Primaria di Castromediano a Cavallino (LEIC80000E) perché «realizzato concretamente dagli alunni con poco aiuto diretto delle insegnanti; contiene le informazioni fondanti il Percorso Valoriale “Campioni di Fair Play”. Il testo è originale e significativo ed è efficacemente accompagnato da numerosi disegni che testimoniano il lavoro connesso al progetto svolto in aula dalla classe così come auspicato e richiesto».

 

Taranto, la commissione composta da Michelangelo Giusti (delegato Coni Taranto), Porzia Mastropietro (coordinatore tecnico provinciale), Maria Montrone (coordinatore provinciale di Ed. Fisica e sportiva) e Daniela Peretto (referente CIP per la scuola), dopo aver visionato gli elaborati pervenuti, sulla base della pertinenza al tema, l’originalità e la creatività, ha premiato l’I.C. “Frascolla” – PI. di San Vito intitolato “Fair Play cooperazione”.