Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

I due eventi conclusivi delle attività sono andati in scena rispettivamente il 10 ed il 15 dicembre scorsi, presso il campo comunale Tramontone ed il PalaMazzola

 

evento baseball

Sorrisi ed abbracci nell’entusiasmo generale. Con lo svolgimento di ben due eventi finali si è chiusa in bellezza la 3ª edizione di “Stringiamoci la mano”.

 

Il progetto – promosso ed organizzato dal CONI Taranto con il supporto del CONI Puglia e la fattiva collaborazione della UISP e della Federazione Italiana Baseball Softball, ed il partenariato del Comune di Taranto – ha avuto l’obiettivo di promuovere processi di inclusione sociale per giovani immigrati attraverso il canale aggregante dell'attività sportiva. In questo caso del baseball/softball e del calcio a cinque.

 

Il primo evento si è svolto lo scorso 10 dicembre presso il campo comunale Tramontone. Prima la rappresentativa mista di giovani immigrati e giovani tarantini coinvolti nel progetto targato CONI, denominata Tritons International, ha sfidato a baseball la rappresentativa Under 18 della Fovea Embers di Foggia poi, nella seconda parte della giornata, spazio al softball con una partita di Senior (nell’ambito del progetto della UISP denominato “Sport Antenne contro ogni forma di discriminazione”) tra Tritons International e Warriors Bari.

 

Nel primo match si sono imposti i foggiani, nel secondo invece i “Trintons International”. Al termine dell’evento si è svolta una suggestiva cerimonia di premiazione alla presenza dei vertici del CONI, della UISP e della FIBS.

 

gruppo immigrati calcio a 5Il secondo evento, invece, è stato ospitato il 15 dicembre nel PalaMazzola di Taranto. Per l’occasione si è disputato un triangolare di calcio a cinque. La vittoria è andata proprio alla squadra costituita dai giovani immigrati coinvolti nel progetto “Stringiamoci la mano” denominata AfroTarasUnited. Alle loro spalle una rappresentativa composta dagli studenti del Liceo Scientifico “Ferraris” di Taranto e la squadra femminile della Corim Città di Taranto. Grande l’entusiasmo sugli spalti del PalaMazzola grazie agli altri studenti del “Ferraris” che hanno applaudito tutti i protagonisti delle partite. Anche in questo caso, a conclusione dell’evento, si è svolta una cerimonia di premiazione che è stata una vera e propria festa sul parquet del palazzetto. A soffermarsi sui contenuti del progetto “Stringiamoci la mano” è stato il Delegato CONI Taranto, Michelangelo Giusti, che ha anche ringraziato tutti coloro che hanno contributo al successo di questa edizione.