Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Centinaia i partecipanti al Palazzetto dello sport di piazza Palio, a Lecce

 

20181125 120217

È stata una grande festa dello sport la 1ª edizione di Salento Open Day, giornata interamente dedicata alla promozione sportiva.

Diverse e molto particolari le discipline che si sono alternate sul parquet del palazzetto, attirando l'attenzione dei tantissimi partecipanti accorsi per assistere alle dimostrazioni di sport magari mai praticati. Fitness, judo, karate, scherma, tennis tavolo, dama, scacchi, allenamento funzionale, discipline orientali, muay thai hanno coinvolto atleti e curiosi di ogni età, che hanno potuto cimentarsi anche in attività poco note e diffuse.

 

Promosso dal Coni Puglia in collaborazione con ACSI regionale e provinciale e Coni Point di Lecce, il progetto si è aperto con i saluti del sindaco di Lecce Carlo Salvemini: «Vivo come una ferita personale il fatto che l’Amministrazione non riesce ad essere, come vorrebbe, al fianco di tutte le associazioni sportive presenti sul territorio, così brave da essere capaci di dar vita a manifestazioni come questa. Ci sono tanti sport e pochi impianti capaci di ospitarli, e quelli che ci sono spesso sarebbero da recuperare perché ormai vecchi. Vedere tanta gente qui oggi, tanti sportivi, tanti appassionati mi rincuora perché significa che lo sport è più forte delle difficoltà. Spero di riuscire a dare nel prossimo futuro un contributo importante allo sviluppo di questo settore essere».

Prima di lasciare il Palazzetto il sindaco si è cimentato nella scherma e nel tennis tavolo indossando la maglietta ed il cappellino che il Coni Lecce ha regalato a tutti i partecipanti.

 

Prima del taglio del nastro i saluti del delegato del Coni Lecce, Antonio Pellegrino: «Il Coni è sempre attento alle manifestazioni che si aprono anche all’esterno del mondo sportivo, per farlo conoscere. Ringrazio la Città di Lecce per averla condivisa e ospitata e spero che in futuro la collaborazione continui in maniera così proficua».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche le dichiarazioni del presidente regionale dell’Acsi, Giampiero Guglielmi: «Far conoscere lo sport a 360 gradi è l’obiettivo degli Enti di promozione, e di questo evento. Che è solo il primo di una serie di appuntamenti che ripeteremo ogni anno, anche outdoor, per dare ancora più visibilità alle discipline sportive».

 

La manifestazione si è aperta quindi con l’inno di Mameli, poi il via alle attività. Tra tutti i presenti anche una folta rappresentativa di atleti paralimpici accompagnati dal delegato provinciale CIP Gianpiero Turco e dalla campionessa italiana di handbike Maria Grazia Turco.

Presente per un saluto anche l’assessore comunale allo sport Paolo Foresio: «È sempre un colpo d’occhio assistere a manifestazioni con tante discipline, che danno il senso vero della parola Sport. Complimenti al Coni che ha regalato alla città un evento così particolare».

Anche l’assessore Foresio ha vestito i panni dello schermidore e del giocatore di tennis tavolo prima di lasciare il Palazzetto.