Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo


image001 2Quanto ne sappiamo sulla medicina rigenerativa? E sulla sua applicazione allo sport? Sarà questo il tema che animerà “Una giornata per lo sport” il 12 ottobre all’interno di palazzo San Giorgio a Trani. In programma due importanti convegni, “Laboratorio, sport e inclusione” e “Salute e sport”, che punteranno i riflettori sui rapporti tra sport e società e sui più recenti approcci chirurgici, sulle nuove terapie biologiche per il trattamento e la cura di lesioni articolari, dovute a usura o traumi, che caratterizzano soprattutto gli sportivi. Progressi scientifici stanno animando una nuova branca di studio, quella della “medicina rigenerativa” che utilizza le terapie biologiche per ricostruire, riparare o promuovere la rigenerazione di tessuti malati o danneggiati.
Il primo convegno, a partire dalle 9, sarà a cura della Asd Atletica Tommaso Assi e di Raffaella Dianora, responsabile regionale dei progetti scciali Fidal Puglia. Alle ore 11.30 ci sarà la cerimonia di presentazione dei campionati italiani Master di mezza maratona, in programma a Trani domenica 13 ottobre. Questa prima parte della giornata vedrà anche la partecipazione di un ospite speciale: il campione mondiale di ciclismo paraolimpico, Luca Mazzone.
A seguire, nel pomeriggio, a partire dalle 15,30, per la sezione Salute e sport”, il focus si sposterà sulla medicina rigenerativa applicata allo sport con particolare attenzione rivolta alla risonanza magnetica terapeutica per rigenerare e riequilibrare. Il convegno sarà a cura di Vincenzo Di Donna, direttore del centro di medicina e chirurgia Dama Salus a Trani e socio fondatore e responsabile della Regione Puglia della Società italiana di medicina e chirurgia rigenerativa e di Marco Massarenti, presidente di Unimpresa, Federazione nazionale sport e tempo libero.
Quello di Di Donna è un nome di grande rilievo ma non sarà l’unico del convegno. A lui si affiancherannoCarla Ferreri e Gregorio Martinez Sanchez. Carla Ferreri ricopre il ruolo di primo ricercatore presso l’Istituto della Sintesi organica e la Ftooreattività (Isof-Cnr) di Bologna e ha ottenuto nel 2010 il premio come migliore innovatrice italiana. Alle 15.45 parlerà di “Diagnostica molecolare lipidomica e nutraceutica personalizzata per lo sportivo”. Subito dopo, Gregorio Martinez Sanchez, presidente dell’International scientific committee of ozono therapy di Cuba, parlerà di stress ossidativo nello sportivo: protocolli terapeutici con ozonoterapia e CGF”. Insieme a loro tantissimi altri esperti.
Il fine dell’iniziativa è quello di sensibilizzare le persone alla cultura sportiva nei suoi aspetti scientifici e nelle sue implicazioni sociali, come sottolineato dal consigliere nazionale di Unimpresa Giovanni Assi, nonché presidente dell’Atletica Tommaso Assi. «Una due giorni di full immersion nello sport – ha dichiarato - in cui allo sport agonistico si aggiungeranno i workshop dedicati allo sport inteso come strumento di aggregazione e di inclusione. Quest'anno ho voluto fortemente la partecipazione di Unimpresa, insieme al centro medico Dama Salus e a Umbro Italia». 
Il convegno, a cura dell’Atletica Tommaso Assi, è organizzato proprio in collaborazione con Unimpresa e il centro medico chirurgico Dama Salus, con il patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Trani, del Coni e della Federazione Italiana di atletica leggera. Coordinatori scientifici: Vincenzo Di Donna e Marco Massarenti. 
Per ulteriori informazioni: http://www.atleticatommasoassi.it